BLOG

consigli, progetti, Intrecci di pensieri

 e racconti sulle mie avventure.

Librerie di Design: le cinque più iconiche

Aggiornamento: 6 nov 2021

Generalmente quando si parla di librerie, il pensiero va a un oggetto destinato a riempirsi di libri e volumi e, di conseguenza, composto da una struttura semplice e modulare, insomma un susseguirsi di ripiani orizzontali che prediligono la funzionalità all'estetica. Ma la libreria può diventare essa stessa un oggetto di design, un punto d'appoggio per pochi oggetti e libri scelti, in modo tale da risaltarne la struttura. In questo articolo parliamo proprio delle più iconiche, quelle che nessuno vorrebbe nascondere dietro ad una miriade di libri.


Libreria VELIERO di Franco Albini

Disegnata da Franco Albini nel 1940, fu progettata unicamente per la casa del designer e successivamente prodotta da Cassina. La struttura richiama a quella di un'imbarcazione a vela, da qui il nome Veliero appunto, ed è costituita da due aste in legno di frassino fra le quali, attraverso dei tiranti in acciaio, sono sospesi i ripiani in vetro. Grazie a questa tensostruttura, i libri sembrano fluttuare nello spazio, creando un "equilibrio instabile" tra rigore e fantasia.










Libreria INFINITO di Franco Albini

Altro prodotto iconico di Cassina è la libreria Infinito, progettata sempre da Franco Albini. È composta da montanti regolabili, fissati dalla pressione tra pavimento e soffitto, tra i quali si aprono una serie di fori per il posizionamento di contenitori e ripiani a varie altezza. La particolarità di questa libreria è la serialità di ogni componente, che consente quindi soluzioni compositive diverse ed infinite.








Libreria JOY di Achille Castiglioni

Progettata da Castiglioni e prodotta dall'azienda Zanotta, questa libreria ha la particolarità di essere mutevole. I suoi ripiani rotanti infatti le permettono di assumere forme sempre diverse a seconda delle esigenze e del gusto personale. È un vero e proprio oggetto di design tanto che può essere collocata sia "aperta" a ridosso della parete, sia al centro dello spazio.











Libreria 114 NUVOLA ROSSA di Vico Magistretti

Altro prodotto della azienda Cassina, questa volta progettato da Vico Magistretti. La libreria 114 Nuvola Rossa è caratterizzata da uno stile semplice e minimal. Come nella libreria Veliero, anche qui non sono presenti fianchi laterali ma solo supporti diagonali che mantengono in piedi la struttura e i ripiani.












Libreria CARLTON di Ettore Sottsass

Forse la più iconica delle librerie di design, manifesto della produzione del gruppo Memphis, parliamo della libreria Carlton di Ettore Sottsass. Chiamarla tale in realtà è riduttivo, dato che si tratta di un vero e proprio totem, fatto di forme geometriche accatastate l'una sull'altra, quasi instabili, e dai colori sgargianti tipici del gruppo. La forma richiama quasi quella antropomorfa, di un uomo con braccia e gambe aperte, ma anche quella giocosa di un videogame.

Si tratta di oggetto di design volutamente imponente e pesante, pensato per stare da solo e non essere abbinato con nessun'altro, nemmeno con i pezzi prodotti dal gruppo stesso. Come afferma Sottsass stesso "stanno soltanto da soli, come i monumenti nelle piazze, e non riescono neanche a fare stile".

Date le dimensioni, Carlton può essere usato sia come libreria sia come parete divisoria, per dare un tocco giocoso e creativo allo spazio.


Ilaria Borza



85 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti