BLOG

consigli, progetti, Intrecci di pensieri

 e racconti sulle mie avventure.

Come inserire colori vivaci in un progetto di interni

Febbraio è il mese del carnevale, la festa più colorata e vivace dell'anno, il momento in cui qualsiasi cosa intorno a noi prende vita e si colora di tonalità accese e frizzanti. Ma se decidessimo di portare questa energia all'interno delle mura domestiche? È possibile senza ottenere l'effetto tavolozza? In questo articolo vi propongo 5 consigli per colorare i vostri interni senza esagerare. Iniziamo:


Utilizza colori accesi per dare risalto ai dettagli.

Giocare con i colori può essere divertente ma anche controproducente; ci vuole poco per passare da un ambiente elegante ad uno di cattivo gusto se non si fanno scelte ponderate. Se la vostra intenzione è quella di inserire del colore all'interno dei vostri ambienti, iniziate dai dettagli come cuscini, vasi o soprammobili. In questo modo inizierete ad abituare il vostro occhio e, nel caso non dovesse piacervi il cambiamento, farete sempre in tempo a tornare indietro.









Non mixare troppe tonalità.

Per far sì che venga rispettato un equilibrio, seleziona un massimo di due tonalità. In questo modo il tuo stile sembrerà più ricercato e dinamico. Stessa regola vale per i pattern e le texture, evita di mixarne diverse tra loro.















Ispirati al cerchio di Itten.

Va bene scegliere due colori, ma quali? Quali si abbinano meglio tra loro? A questo proposito lasciati ispirare dal cerchio di Itten, è molto semplice: non abbinare colori che sono vicini tra loro, ma piuttosto scegli colori opposti come il viola e il giallo, il blu e l'arancio, ovviamente in nuance.

















Ad ogni stanza il suo colore.

Forse non lo sai ma ci sono colori che sono predisposti per essere usati in determinati ambienti. Un esempio è il blu, ottimo per la zona notte in quanto favorisce il rilassamento, o il giallo, il colore dell'energia e della creatività, perfetto per la zona giorno. In effetti è davvero raro vedere lenzuola gialle, no?












Considera sempre l'insieme.

Pavimento, pareti, infissi, arredi insomma tutto quello che è già presente all'interno della stanza non deve passare in secondo piano. Se, per esempio, hai un parquet con sfumature fredde, cerca di optare per colori dai toni freddi. Stessa discorso per le tonalità calde. In questo modo manterrai una coerenza stilistica ed eviterai il temuto effetto di mix no sense.










Ilaria Borza



57 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti